Skip to content

Per pochi.
Un’idea, un’intuizione, un progetto di invecchiamento.

Per loro natura, i vini piemontesi sanno resistere al tempo. Da sempre, nella loro interpretazione, lavoriamo per sottolineare questa naturale attitudine. Tuttavia, alcuni anni fa abbiamo deciso che si doveva fare di più. 
Così è nato il progetto "Sibi et Paucis" (dal latino letteralmente "Per noi e per pochi"). Ogni anno, accantoniamo il 10-15% della produzione dei nostri vini del Nebbiolo,i Barolo ALESTE - Cannubi Boschis, Le Vigne e il Nebbiolo d'Alba Valmaggiore.

 

Non è una selezione, bensì la volontà di custodire nelle nostre cantine una piccola partita tratta dalla globale produzione dell'annata. Queste bottiglie entrano nella nostra "biblioteca dei vini", dove in condizioni ottimali riposano, affinano e ulteriormente si perfezionano. Hanno il grande privilegio di crescere con noi, nella comune casa di origine. Con il tempo che passa, l'armonia nel vino diventa sovrana. Le bottiglie tornano a frequentare il mondo, impreziosite da uno speciale sigillo che ne garantisce originalità ed eleganza:

 

il sigillo d'argento, 6 anni dopo la vendemmia per il Valmaggiore Nebbiolo d'Alba;
il sigillo d'oro, 10 anni dopo la vendemmia per i Barolo (ALESTE - Cannubi Boschis e Le Vigne).

 

Solo per noi e per pochi privilegiati intenditori, affinché la gratificazione non abbia paragoni.

 

 

Barolo Cannubi Boschis
L'esperienza cresce e si perfeziona

Il predecessore di Barolo ALESTE, che Luciano ha voluto dedicare ai suoi nipoti, è Cannubi Boschis. Fin dagli inizi nel 1985 Luciano ha sempre creduto nell'unicità e nell'eccezionalità della collina Cannubi e nel suo potenziale, esprimendolo in una vinificazione separata. Questo vino rende omaggio alla ricchezza e all'eleganza di un vigneto eccezionale, nel cuore del Barolo. Barolo Cannubi Boschis, come il suo successore ALESTE, viene rilasciato dopo 10 anni di maturazione nelle nostre cantine con il sigillo "Sibi et Paucis". L'attesa è gratificante.

 

Le Vigne Barolo
Come una volta

Le Vigne Barolo interpreta la tradizione delle Langhe e del Barolo tramandando l'antica e sapiente arte dell'assemblaggio da uve di più vigneti. Abbiamo ripreso questa storica usanza lavorando solo con lieviti indigeni e tenendo separate le uve fino all'assemblaggio, anziché unirle già in fase di fermentazione. L'arte dell'assemblaggio conferisce a questo Barolo un grande potenziale di invecchiamento e anch'esso viene rilasciato dopo 10 anni di maturazione nelle nostre cantine con il sigillo "Sibi et Paucis".

 

Valmaggiore Nebbiolo d'Alba
Un'interpretazione eroica del Nebbiolo

Valmaggiore Nebbiolo d'Alba - un'interpretazione eroica del Nebbiolo Luciano e Luca da sempre hanno apprezzato l'espressione del vitigno Nebbiolo coltivato nei terreni più sabbiosi del Roero. Sono stati necessari anni di ricerca e negoziazioni per riunire un perfetto anfiteatro unico nel suo genere a 20 km della cantina, nel cuore della denominazione storica del vitigno che anticamente fungeva da riferimento per determinare il prezzo dell'uva Nebbiolo. Per la sua morfologia, vendemmiamo le diverse esposizioni e altitudini del vigneto in momenti differenti per assicurare la massima maturazione sempre, assemblando le migliori uve solo prima dell'imbottigliamento. Come un tempo, desideriamo esprimere nel Valmaggiore soprattutto l'eleganza e la finezza del Nebbiolo. Convinti e orgogliosi, ricerchiamo nel Roero un Nebbiolo di eleganza e finezza imparagonabili. Il potenziale di invecchiamento è importante anche per il Valmaggiore. Con il sigillo "Sibi et Paucis" viene infatti rilasciato dopo 6 anni di maturazione perfetta all'interno delle nostre cantine.